Ricetta pomodori secchi: il sole ci aiuterà

Le nostre estati sono molto calde ed è quello il momento opportuno per fare la ricetta pomodori secchi

Non accenderete mai i fornelli per la ricetta pomodori secchi perché utilizzeremo il fornello più grande dell’universo, il nostro vecchio e caro Sole. E’ necessario tenere presente che per seccare i pomodori è necessario avere molta pazienza e fare attenzione che l’umidità non distrugga tutto. Questa è un’operazione che da alcune parti d’Italia viene fatta quasi mnemonicamente senza quasi accorgersene perché fa parte della tradizione. Ma qual è la varietà pomodori secchi? Non tutti i pomodori sono adatti per questa operazione e tra poco vedremo quella più opportuna.

Per portare avanti la ricetta pomodori secchi è importante procurarsi la varietà San Marzano perché questa è molto polposa e la sua forma gli permette di tenersi perfettamente in posizione supina quindi, in teoria, con la buccia giù e la polpa, la parte che deve asciugarsi su. I nostri nemici sono la muffa, le formiche e tutti i vermi che si cibano di questo ortaggio. La preparazione è molto semplice:

  • tagliare il pomodoro a metà;
  • immergere nel sale le due parti;
  • metterle su una base;
  • portarle in un luogo dove il sole batte per quasi tutta la giornata, meglio una parte al riparo da terra e polvere;
  • riporle in un ambiente asciuto durante la notte e nelle giornate piovose;
  • continuare questa operazione fino a quando la polpa non è completamente disidradato, se necessario mettere dell’altro sale;
  • una volta che la polpa sarà completamente disidradata capovolgere per un paio di giorni il pomodoro.

Come si può facilmente intuire questa operazione può durare anche più di una settimana dipende da quanto il sole è forte quindi nelle annate con un’estate a quaranta gradi la maturazione del pomodoro secco. Questo prodotto può essere usato come conserva o cucinato in vario modo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *