Cos’è la clorosi e come guarirla

Cos’è la clorosi? Non molti se lo chiedono anche se questa malattia è molto diffusa

Tranquilli non si sta parlando di una malattia umana perché la clorosi colpisce le piante ma è comunque in grado di far appassire in poco tempo la nostra pianta preferita o il nostro alberello di pesco appena comprato. Questo disturbo colpisce moltissime piante e non sempre viene riconosciuto adeguatamente tanto che viene trascurata fino ad arrivare, molto spesso, ad esiti infausti per la propria pianta. Ma vediamo bene cos’è la clorosi. E’ una malattia che colpisce le parti verdi della pianta ed è dovuta alla degradazione o ad una produzione insufficiente della clorofilla. Da studi recenti è stato accertato che le specie più soggette a questa malattia sono la vite ed il pesco mentre hanno dimostrato una buona resistenza l’arancio e l’ulivo.

Cosa provoca la clorosi? Sono molte le cause che provocano la clorosi. In primo luogo troviamo il ristagno dell’acqua che comunque è sempre fonte di malattie nelle piante ma oltre a questo bisogna tener presente che lo sbilanciamento di minerali nel terreno può essere un problema abbastanza serio e nello specifico si deve parlare di un’eccessiva presenza di fosforo e calcio o la carenza di azoto, magnesio, zinco e ferro. Normalmente questa malattia sopraggiunge durante i periodi di crescita della pianta quindi è possibile che i primi sintomi si presentino in primavera e/o in estate, due periodi molto importanti per la vita vegetativa di moltissime piante.

Come curare la clorosi? La clorosi può essere curata abbastanza facilmente basta somministrare nelle foglie, irrorare, con il ferro chelato inoltre è sempre una buona pratica cercare di non creare ristagni d’acqua innaffiando solo quando è necessario e senza abbondare ciò può allontanare un grande numero di patologie molte delle quali anche molto pericolose per le nostre piante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *